Chi la dura la vince! Altri due punti per le tigri gialloblù, Imola si arrende solo al quinto set

Esperia accorcia ulteriormente il gap nei confronti di Montale in vista dello scontro diretto di domenica prossima in terra modenese.

Al PalaCambonino Esperia ed Imola giocano una gara su ritmi molto alti e dall’andamento incerto, eccezion fatta per il secondo periodo, quasi completamente in mano alle ospiti e per il tie break, in cui Brandini e compagne si impongono per lo strappo finale che consente di aggiungere altri due punti in classifica.

Sara Lodi inaugura l’incontro con la pipe del 3-1, il servizio di Folli vale la parità sul 6-6. Pedretti impatta con il mani out dell’8-8. Jasmina Crestin mette il naso avanti col rigore dell’11-10, salvo poi mettere in rete la fast del 12-12. Le squadre non riescono ad allungare, Rizzo risponde a Pionelli: 16-16. L’errore di Sara Lodi fissa il 18-18 su cui coach Magri richiama le sue. Migliorini ferma Crestin per il 18-20 e poi approfitta della ricezione negativa di Coppi per allungare sul 20-22. Gherardi regala a Cremona il 22-22 da posto 2. Cristina Coppi ribalta il punteggio con l’ace del 23-22, l’attacco di Ferrari si ferma in rete e Cremona si procura due set points. Ferrari a muro su Pionelli porta il set ai vantaggi poi però vanifica tutto con l’attacco in rete per il 26-24 Esperia. 

Il secondo set inizia con equilibrio poi Imola mette la freccia per l’allungo che Cremona non fermerà: il primo tempo di Rizzo vale il 3-6. Lodi mette un punto al break ospite con il mani out del 5-8. Folli mura la fast di Crestin e sul 7-12, coach Magri mette le mani a T. La stessa coach tenta di cambiare la diagonale d’attacco e Ravera entra a referto con il rigore del 9-13. Rizzo chiude il punto del 9-16 e coach Magri esaurisce i timeout. L’allungo di Imola non si arresta ed anzi porta fino alla chiusura di set, con Folli e Rizzo a colpire in attacco senza difficoltà: 14-25, 1-1. 

Gherardi apre il terzo periodo con un pallonetto. Lodi mura Folli per il 3-2. Rizzo fa ottima guardia su Brandini ed è 4-5. Imola ritenta la fuga grazie alle murate di Rizzo ed all’invasione cremonese che fissa il 4-8. Benedetta Rizzo è una furia a muro, Pionelli non passa, 6-11. Un paio di disattenzioni ospiti danno respiro a Cremona sul 10-14, capitan Brandini in fast trova il 12-15. Sull’attacco di Lodi, coach Ghiselli richiama le sue, 13-15. Rizzo sigla la due del 15-18, Pionelli trova il lungo linea del -2. Gherardi regala l’attacco del 20-21 a Cremona che si riavvicina pericolosamente. Sara Lodi castiga Folli dai nove metri, 22-22 e timeout Ghiselli. La botta di Coppi vale il 23-22, poi ancora Lodi procura un set point. Ferrari annulla l’attacco di Brandini, 25-25. Gherardi da posto 4 offre una chance a Imola, Pionelli alza le barricate su Rizzo poi Lodi chiude un set tiratissimo per 29-27. 

Coppi risponde a Gherardi, 2-1. Brandini a muro su Folli firma il 4-1. Imola ricuce con Folli ma di nuovo Coppi di forza riporta avanti le sue sul 6-5. La diagonale di Pionelli vale il 9-8, la fast di Crestin sigla l’11-8. La cannonata di Coppi piega la difesa di Pelloni per il 13-9 del timeout Ghiselli. La fast di Brandini vale il 16-12, Imola prova a restare aggrappata al match grazie all’attacco out di Coppi, 18-15. Da qui, le ospiti infilano un break di 6-0 grazie al turno di battuta di Ferrari, il cui ace fissa il 18-19. Il servizio di Coppi accorcia il gap sul 20-21, Rizzo non ci sta e realizza due punti per il 21-23. Gherardi si procura un set point da posto 4, Migliorini realizza il tap in vincente che porta l’incontro al tie break. 

Cremona riparte con ottimo piglio, il muro di Coppi e la fast di Brandini valgono il 4-1. Il palleggio di Sara Lodi fissa l’8-3 del cambio campo. Rizzo alza il muro e firma due punti per l’8-6: è l’ultima fiammata di Imola, che poi lascia di fatto campo libero alla corsa delle tigri gialloblù. Due punti di Erika Pionelli riportano avanti Cremona e coach Ghiselli ferma il gioco. Crestin in fast prima e con il primo tempo poi spinge Esperia sul 13-8, Coppi regala alle sue sei match points. È una murata di Giorgia Arcuri ad abbassare il sipario per il 15-8 finale. 

Le interviste di fine partita sono disponibili cliccando su QUESTO LINK.

U.S. Esperia vs CSI Clai Imola 3-2 (26-24, 14-25, 29-27, 23-25, 15-8)

Esperia: Pedretti 2, Crestin 6, Arcuri 1, Pionelli 13, Brandini 14, Lodi 20, Zampedri (L), Coppi 17, Rizzieri, Ravera 1; NE: Badini, Martino. All. V. Magri – G. Denti.

Imola: Cavalli 4, Gherardi 20, Migliorini 11, Ferrari 10, Folli 10, Rizzo 21, Pelloni (L), Carnevali 1, Taiani; NE: Pedrazzi, Bughignoli, Melandri, Telarini (L). All. F. Ghiselli. 

Direttori di gara: Diego Lonardo e Andrea Caronna.

StatisticheRicezione positiva (perfetta): Esperia 50% (28%) – Imola 52% (17%). Attacco punti (%): Esperia 62 (29%) – Imola 54 (28%). Battuta errori (punti): Esperia 8 (4) – Imola 9 (6). Muri punto: Esperia 8 – Imola 17.

 

Davide Moroni
Ufficio Stampa U.S. Esperia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top