Il ruggito delle tigri! Esperia supera la capolista Albese per 3-1

La prima partita del 2020 è stata a forti tinte gialloblù, non solo per i colori sociali di entrambe le squadre in campo, ma anche e soprattutto per la prova straordinaria messa in campo dalle padrone di casa, al cospetto di una Tecnoteam che non ha risposto a dovere in ricezione, non riuscendo così ad incidere in attacco. La squadra di coach Magri non poteva ripartire meglio di così nel nuovo anno. Per sabato, prevista la trasferta a Costa Volpino per la sfida alla Cbl.

Erika Pionelli si fa subito notare con due punti di cui un muro per il 3-2 locale. Facchinetti viene letta in fast da Rivoltella che fissa il 6-4. Sull’errore in pipe di Zanotto, coach Mucciolo ferma il gioco ma Esperia non si ferma con Decordi che fissa l’11-5 e poi in ace il 16-7. Mucciolo chiama in panchina Facco e Badini, dato l’andazzo del set e Lodi in ace ne approfitta per fissare il 20-10. Pionelli falcidia Zanotto dai 9 metri e Rivoltella procura tredici set points per Cremona. Lodi in diagonale abbassa il sipario su un primo set lodevole, 25-11.

Esperia riparte da dove ha lasciato, con un servizio ficcante e Sara Lodi in attacco a fare il martello, 5-2. Zanotto pesca il mani fuori su Arcuri e ricuce sul 7-6. Giorgia Arcuri mette in seria difficoltà la ricezione di Rolando allungando sul 12-9 del timeout Mucciolo. Pionelli da posto 4 firma in lungo linea il 15-10 e poi di forza il 16-10. Albese spreca anche in attacco, l’errore di Gabbiadini vale il 20-11 per Cremona. Rivoltella in fast si procura 10 set points: dopo tre punti ospiti, Esperia si prende anche il secondo periodo, sul 25-14.

 

Il terzo periodo inizia in maniera più equilibrata, con Migliorin al posto di Facco tra le fila ospiti. La scelta paga ed Albese resta a contatto sul 6-6. Lodi concede un errore in pipe per il 10-12 ospite dopo due set in apnea per Albese. Badini ben servita da Galazzo al centro allunga sul 12-17. Gabbiadini si riscatta con un ace per il 13-20, replicato con i due servizi che portano al 13-24. La diagonale di Pionelli si perde a lato per il 14-25 che riapre la partita.

Esperia vuole prendersi l’intera posta in palio e riparte dal servizio di Francesca Rivoltella, 7-5. La pipe di Decordi è troppo potente per la seconda linea ospite e Cremona tenta l’allungo sul 13-7. Lodi ottimamente smarcata da Arcuri mette giù il 16-9. Il primo tempo di Beatrice Badini vale il 16-12 del timeout Magri. Esperia prende il largo al termine di scambi lunghi ed intensi con la forza di Lodi e Decordi, 22-14. Brandini in primo tempo mette il 24-17. Un’invasione ospite converte in tripudio cremonese l’ultimo scambio di serata: 25-17, 3-1.

U.S. Esperia vs Tecnoteam Albese 3-1 (25-11, 25-14, 14-25, 25-17)

Esperia: Decordi 18, Brandini 9, Lodi 14, Pionelli 15, Rivoltella 8, Arcuri 4, Zampedri (L), Bassi, Melgari; NE: Gandolfi, Zonta. All. V. Magri – G. Denti.

Tecnoteam: Galazzo 1, Zanotto 7, Badini 10, Facco, Gabbiadini 14, Facchinetti 7, Rolando (L), Migliorin 3, Amicone, Bocchino; NE: Besana, Lodigiani. All. C. Mucciolo – D. Biffi.

Direttori di gara: David Kronaj ed Antonio Mazzarà.

StatisticheRicezione positiva (perfetta): Esperia 48% (28%) – Tecnoteam 39% (20%). Attacco punti (%): Esperia 51 (36%) – Tecnoteam 32 (24%). Battuta errori (punti): Esperia 8 (11) – Tecnoteam 8 (6). Muri punto: Esperia 6 – Tecnoteam 8.

Le foto sono di Simone Manini.

Davide Moroni
Ufficio Stampa U.S. Esperia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top